#Telethon2015 #valdelsa

Si è concluso il Telethon in valdelsa con grande successo e molto divertimento.

Ad aprire il XVI° meeting di Adesivi Radio TV organizzato da Marco Salvi, mentre Giovedì 10 e Sabato 12 dicembre due spettacoli uno al Teatro del Popolo di Colle di Val d’Elsa e l’altro a Bellavista presso il Centro Insieme. Agli spettacoli sono intervenuti molti ospiti e sono sta organizzati dal GRG La BADIA.

Per quanto di competenza il Team Telethon 2015 ringrazia tutti coloro che hanno partecipato dalla gente a chi ha aiutato come le due Associazioni citate, radio 3 network e tutti gli sponsor dell’itera manifestazione.

Per l’anno prossimo chi fosse disponibile ad organizzare delle cose nuove di hobby o di collezione può inviare prossimamente una richiesta, le istruzioni verranno dettagliatamente rese note.

Il Telethon continua sulle reti RAI…. partecipate numeroosi anche alle iniziative nelle vostre città.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

@diMartedì @la7

Plauso alla trasmissione sul servizio di #Renzi è la verità che tanti ignoravano e ignorano tutt’ora.

#Renzi vince e vincerà ancora perché è l’unico che ha sconfitto #Berlusconi, ma è la copia identica.

La differenza è che #Berlusconi andava a troie, #Renzi manda l’Italia e gli italiani a puttana.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

#pubblico6tu #mandiamolituttiacasa #ileccaculo

18.11.2015

33 Logo tw

Lettera aperta a tutti i politici

Lettera aperta a tutti i cittadini

Carissimi politici così non va.

Il destino delle Pubbliche Amministrazioni dove i cittadini con basso reddito si rivolgevano sta crollando sotto i colpi del sig. Renzi.

Da Bassanini a Brunetta già era peggiorata, ma, adesso è arrivata al culmine, non c’è più organizzazione, non c’è più controllo, il malcontento è alle stelle.

Oggi non c’è il rispetto ne tra cittadino e impiegato, ne tra impiegato e impiegato è guerra totale, tutto questo per il denaro, per il potere, per essere sempre sull’onda, così i leccaculo galleggiano sempre anche se sbagliano o non sanno un cazzo, mentre chi meriterebbe è sempre costretto a redimersi dal fare o aiutare.

E’ troppo il divario tra chi comanda e chi lavora a parte i furbetti, ma non è colpa dei furbetti, è colpa del Dirigente che non controlla a dovere, infatti il dirigente è il primo a infrangere le regole, entra alle 9 quando è presto, fa colazione, fa telefonate per mazzi sua, esce per lavoro rientra alle 12, fa altre telefonate e viene l’ora di uscire.

Il suo budget è 1.800 euro circa 20 – 35 mila euro di premio.

L’impiegato 1,210 euro al mese deve stare attento a fare lo spuntino e se fa commissioni massimo 15 minuti il suo premio è 380 – circa 1300 euro (i leccaculo).

La soluzione è che bisognerebbe levare dalla Pubblica Amministrazione i Dirigenti, le Posizione Organizzative e le Particolare Responsabilità e riorganizzare il tutto con i Settori come uffici un Responsabile del Servizio il resto toglierlo riorganizzare gli stipendi con un max di 1800 e un mim. 1300 premi produzione max 3.000 min 1.000, si potrebbero lasciare Province e corpo Forestale, ma non solo si potrebbe assumere giovani e rinfrescare una Pubblica Amministrazione ormai sempre più morente.

Se però il cittadino chiede di asfaltare una strada, rifare un marciapiede, chiedere uno scivolo, tagliare un ramo secco, cambiare una luce a un lampione, disinfettare per le zanzare, la risposta è sempre la solita: “un c’è soldi”, ma per i Dirigenti c’è tutto anche il buono pasto.

P.S. ho parlato di Comuni e Amministrazione medie, quelle più alte le cifre dei Dirigenti assumono proporzioni più elevate.

Parlo di rado, ma quando parlo faccio girare ………..

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

#pubblicaAmministrazione @matteorenzi @altraeuropa @Mov5Stelle @beppe_grillo @M5S_Camera

33 Logo tw

03.11.2015

Consiglio a Renzi (il nuovo conte Mascetti), oltre a abbassare le pensioni ai senatori pensionati ed altro , oltre a abbassare stipendi dei manager (che non farà in quanto non glielo fanno fare) tolga nella P.A. i dirigenti, le posizioni organizzative e soprattutto consideri di rifare i nuovi contratti. I dirigenti bisognerebbe toglierli tutti e far si che per ogni Regione ce ne fosse uno per ogni settore, ogni Amministrazione dovrebbe avere ditte fiduciarie nella Regione. Il comune dovrebbe avere solo l’Ufficio Anagrafe Elettorale Ufficio Urbanistica-Lavori Pubblici, Ufficio Commercio, Pulizie, rifacimento Strade, Acquedotto, Uffiicio per le Energie e Comunicazioni, tutto il resto non serve o Regione o Stato.

Per quanto riguarda il Senato deve essere eletto dal popolo, infatti “il POPOLO E’ SOVRANO

Parlo di rado, ma quando parlo faccio girare ………..

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

#sociale

Vi voglio raccontare una storia vera accaduta qualche giorno fa in poggibonsi.
Il luogo della vicenda è l’USL dove un signore di novantaquattro anni ha da pagare un ticket di due euro. Il signore si presenta alla cassa dove le dicono che bisogna pagare con il totem e col bancomat, il signore risponde che non possiede il bancomat, pertanto l’impiegato le riempe il bollettino e il signore s’incammina dalla USL alla Posta circa un quarto d’ora di cammino. Entra in posta fa la fila e finalmente tocca a lui, l’impiegato le dice che il versamento non lo può effettuare in quanto è inferiore ai cinque euro. Il signore novantaquattrenne esce e si fa il tragitto all’incotrario dalla Posta all’USL. Aspetta di nuovo il suo turno e riparla con l’impiegato il quale non sa che dire, il signore 94enne è disperato, per un’analisi di due euro dovrà pagare una multa, oppure prendere un taxi ed andare presso l’ospedale dove il totem accetta anche gli spiccioli. La fortuna è che una signora assiste a tutto, lo avvicina e si offre di accomparlo all’ospedale.
Sono molte le domande che ci si pone, la prima è come mai nella sede principale della USL di Poggibonsi c’è solo un totem solo col bancomat?
Le Poste che ora sono quotate in borsa perché non prendono un bollettino da due euro?
Ma poi perché la sanità è diventata così difficile da capire specialmente da un anziano?
Si ha la senzazione che il miglioramento tanto atteso sia pian piano diventando un peggioramento graduale e lento che porterà tanti disguidi e purtroppo tanta gente in un paese “vecchio” non avrà più garanzie.

Consiglio vivamente di attivare la carta sanitaria e di far mettere le analisie di recarsi alla USL per stampare il responso, per quanto riguarda i pagamenti invece bisognerebbe che i dirigenti invece di papparsi stipendio e incentivi per i risparmi avessero un ppò più il senso di collettività.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

#nuovoblog

Sorgente: #nuovoblog

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

#nuovoblog

Oggi parte il nuovo blog, nuova grafica e nuovi argomenti che saranno collegati a @twitter. Gli argomenti saranno vari messi in evidenza dalla testata, ma ci saranno anche variazioni con temi di tipo locale e nazionale e dei diari, quindi vi invito a seguirmi.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento